3USCITA MGCT IN LEVENTINA

Per festeggiare le origine della famiglia GUZZI

Un bel giorno al Signor Trincavelli Giovanni di Mandello, pronipote di Giorgio Ripamonti, dell’Antica Officina Ripamonti,“Ferée” (dove, nel 1919, venne assemblato il primo prototipo di motocicletta GP (Guzzi-Parodi), preludio alla nascita, due anni dopo, del marchio destinato a diventare famoso in tutto il mondo), sorge il desiderio di risalire alle origini della famiglia GUZZI. Le ricerche hanno portato alla scoperta che i Guzzi hanno origini in Leventina, precisamente a TENGIA, frazione di Faido.

Da qui la volontà di offrire, al comune di Faido, la copia dello scritto da cui emergono le origini della famiglia GUZZI, durante un incontro che ha avuto luogo il 12 giugno 2022, a Faido (con festa popolare e un raduno di veicoli d’epoca).

Il comune di Faido, rispondendo al bel gesto, ha realizzato una targa, posata a Tengia.

Venne dunque richiesta, per il tramite del balernitano Romano Guzzi, la nostra partecipazione all’evento, partecipazione che abbiamo accettato volentieri, con il seguente programma. 

In mattinata, gita in Leventina, con salita a Carì per un corroborante caffè, discesa per raggiungere il Piottino seguendo la stretta, ma accattivante strada che passa da Tarnolgio e Osco, poi cantonale fino ad Airolo e salita, percorrendo la mitica Tremola, fino al Gottardo, dove i più intraprendenti hanno organizzato un aperitivo con patatine, bratwurst e analcolici (o un buon bicchiere di bianco). 

A mezzogiorno, ritorno a Faido, dove ci siamo uniti alla popolazione in festa, per gustarci una maccheronata al ragù. In mattinata il gruppo “Trabicoi vecc”, organizzatore della manifestazione, ha dato vita ad una spettacolare sfilata di veicoli d’epoca, con numerosissimi, pregiati, pezzi da museo. Un vero piacere per gli occhi.

Il nostro impegno comprendeva anche la partecipazione alla cerimonia ufficiale. Su richiesta degli organizzatori, unitamente ai rappresentanti del motoclub Guzzi di Mandello del Lario, presenti per l’occasione, abbiamo schierato i nostri bolidi sul piazzale della festa e seguito i vari oratori che si sono alternati al microfono, per poi partire verso Tengia, dove è stata posta la targa ricordo.

In complesso è stata una bella giornata, impreziosita dalle esibizioni, sul piazzale delle festa, di giovani ciclisti con biciclette da trial.

La popolazione ha risposto presente e anche il nostro gruppo, con venti motociclisti, è stato degnamente rappresentato. Da notare che diversi nostri affiliati hanno partecipato alla manifestazione sotto altre denominazioni o, con figli al seguito, hanno immortalato la varie fasi della giornata con foto e film.

                                                                                   Ermanno